Gli americani sono macchine per il consumo dei media – E sta solo peggiorando

Nel corso del secolo scorso circa, il consumo dei media è passato da pochi lettori che si sono goduti la pubblicazione cartacea locale a miliardi di utenti che guardavano innumerevoli ore di video in tutto il mondo ogni giorno. All'inizio si è trattato di un'evoluzione graduale, ma i recenti progressi nella connettività mobile ci hanno portato a una scalata che non abbiamo mai visto prima.

Grazie a Internet ampiamente disponibile e all'elettronica portatile come tablet, laptop e smartphone, non siamo mai a più di un metro di distanza dall'essere in grado di accedere e consumare contenuti. Questi progressi hanno avuto un impatto significativo sulle società dei media, le agenzie pubblicitarie e i creatori di contenuti nel loro insieme, quindi daremo un'occhiata alle tendenze e alle proiezioni riportate di seguito.

Tempo consumato Media

Il primo problema che dovremmo l'indirizzo è la quantità di media che consumiamo oggi rispetto al passato. Come puoi vedere nella tabella qui sotto, i residenti degli Stati Uniti consumano più contenuti che mai, con un aumento settimanale dei contenuti da circa 50 ore di visualizzazione dei media a oltre 70 ore in meno di due decenni. Man mano che i media diventano più accessibili, ne consumiamo di più.

Immagine attraverso la comunità Business 2

Questa tendenza non sembra affatto rallentare, o. Quando ci concentriamo solo sugli ultimi 5 anni, puoi vedere che il consumo medio giornaliero dei media tra gli spettatori globali è aumentato da 455 minuti nel 2010 a 490 minuti nel 2015, con un aumento complessivo dell'8%. A giudicare dalle cose, continueremo ad aumentare il consumo dei media per il prossimo futuro.

Immagine via quarzo

Consumo dei media per dispositivo

Sepolto nei due grafici sopra è un'altra tendenza interessante, stiamo ottenendo sicuramente più dei nostri media da internet in questi giorni. Con i social media, le notizie, i video in streaming e i forum di discussione, abbiamo sicuramente più selezioni su Internet di quante ne abbiamo avute con qualsiasi mezzo prima, quindi questa tendenza è giustificabile.

Concentrandoci sugli ultimi 5 anni, possiamo vedere che il consumo dei media su Internet è più che raddoppiato dal 2010. Ciò è in parte dovuto al maggiore tempo che impieghiamo a consumare i media in generale, ma la maggior parte dei guadagni di internet sembrano essere a un costo diretto per i media più vecchi -Radio, riviste e giornali, in particolare.

Immagine via quarzo

Se Internet sta diventando il nostro mezzo preferito per il consumo di contenuti, allora vale sicuramente la pena uno sguardo per vedere specificamente su quali dispositivi stiamo accedendo a questo media. In passato, i computer desktop e portatili erano il nostro metodo principale per accedere a Internet, ma dal 2013 gli smartphone e i tablet sono diventati i nostri dispositivi di accesso online.

Immagine tramite Smart Insights

In effetti, negli ultimi 5 anni, il consumo dei media sui dispositivi mobili è salito da una media di 48 minuti al giorno a quasi 3 ore: un incredibile 356% aumentare. Il consumo di computer desktop e laptop ha avuto un successo significativo in questo periodo, e mentre il pubblico televisivo è rimasto stabile, sappiamo che c'è stato un passaggio dalla televisione via cavo e broadcast verso i media in streaming con televisori intelligenti e set-top box.

Immagine tramite MarketingCharts

Tendenze di progetto

Tutti i segnali finora hanno indicato che la portabilità è fondamentale per il successo nel nuovo mercato dei media, ma c'è ancora un valore tangibile nell'avere uno schermo più grande. Mentre continuiamo a consumare più media sui nostri dispositivi mobili, abbiamo notato una notevole correlazione con le dimensioni medie di un display per smartphone, al punto che gli schermi degli smartphone sono quasi raddoppiati nel corso di 7 anni.

Immagine via PhoneArena

Di conseguenza, quasi tutti i produttori di smartphone hanno un "phablet" di punta nel 2016, cercando di raggiungere quel punto tra portabilità e dimensioni dello schermo. La strategia ha dato i suoi frutti, con i telefoni più grandi che hanno visto un aumento del 334% di utilizzo dal 2014 al 2015. Estrapolando da questi dati, Flurry Analytics prevede che i phablet diventeranno il dispositivo predominante per smartphone e dispositivi multimediali entro il primo trimestre del 2017. [19659026] Gli americani sono macchine per il consumo dei media – E sta solo peggiorando ” width=”532″ height=”532″ style=”max-width:532px;height:auto;”>

Immagine via Flurry Insights Blog

Un ultimo fattore che dovrebbe essere affrontato è il modo in cui il reddito degli annunci finanzia la creazione di contenuti e, per associazione, il consumo. Questo ha il potenziale per modellare la nostra visione dei media più di ogni altro fattore, specialmente se si considera che gli annunci su Internet e su dispositivi mobili possono essere presi di mira in modo più efficace e quindi più preziosi. Poiché le grandi aziende dei media continuano ad adattarsi a queste tendenze, dovremmo vedere più media creati specificamente per il demografico di internet viewer, in particolare quando questi spettatori si impossessano della fascia di età 18-49 anni di maggiore potere di spesa.

Segui Gadget Hacks su Facebook, Google+ o Twitter.

Immagine di copertina tramite Shutterstock