Come salvare il posto in lunghi video di YouTube in modo da poter tornare dove sei stato lasciato fuori

Se ho fretta, a volte spengo il computer e scappo di casa. A volte, mi trovo nel bel mezzo di un lungo video di YouTube quando mi precipito fuori, solo per tornare indietro e scoprire che la mia posizione video è stata tragicamente persa.

Immagine via rgbimg.com

Spero di non perdere il mio posto in questo video di compilazione per incidenti motociclistici quando ricevo ba … dannazione.

Vuoi assicurarti di non perdere mai il posto quando stai guardando di nuovo un lungo video di YouTube su Chrome? Bene, grazie a Video Resumer, questo è ormai un problema del passato.

In realtà, se attualmente sei connesso a YouTube, c'è una funzionalità poco conosciuta che Google ha implementato: hey salverà la tua posizione sui video di 20 minuti o più a lungo. Questo piccolo trucco è uscito da più di tre anni, ma non tutti vogliono accedere a YouTube tutto il tempo.

Ciò che fa l'estensione Video Resumer è quello di salvare la tua posizione, indipendentemente dal fatto che tu abbia effettuato l'accesso a YouTube. Inoltre, puoi anche chiudere il browser e spegnere il computer, e il tuo spot di riproduzione sarà ancora lì quando tornerai.

Ho installato l'estensione e l'ho provata da solo. Ho guardato circa 20 minuti di questa gloriosa conferenza di Lil 'B alla NYU.

Ho chiuso la scheda e l'ho riaperta e il video Ripreso da dove sono stato. Ho quindi chiuso l'intero browser e riavviato: il video è ripreso da dove ho smesso di guardare. Infine, ho riavviato tutto il mio dannato computer e abbastanza sicuro, Video Resumer ha mantenuto il mio posto.

Nel complesso, l'estensione funziona alla grande e non ha bisogno di alcun ritocco per fare la sua cosa. È particolarmente utile per i video lunghi in cui potresti aver dimenticato esattamente dove eri prima di partire in fretta. Ed è particolarmente utile durante un crash del browser o del sistema.

Conosci qualche alternativa per altri browser? Fateci sapere nei commenti qui sotto.

Foto di Kriss Szkurlatowski, GoogleDev